Penne Stilografiche Montblanc

Loading...

Articoli 1-24 di 55

Filtri
Pagina

Articoli 1-24 di 55

Filtri
Pagina

STORIA MONTBLANC

Sono trascorsi più di 100 anni da quando i fondatori di Montblanc, alla ricerca di un simbolo che esprimesse adeguatamente loro principi e le loro aspirazioni, rivolsero Io sguardo alla più alta montagna d'Europa. Con la sua vetta coperta da nevi eterne e i sei ghiacciai che si diramano da essa con uno scintillio perenne, questa montagna rappresenta letteralmente una roccia che resiste impavida all'infrangersi delle onde del tempo. Oggi come allora, questa immagine riflette la longevità e l’atemporalità del marchio ed esprime i valori tradizionali ispiratori della maison Montblanc.
Una stella - splendente, luminosa. Irradia luce e la sua forma è eterna e presente ovunque in natura. Ne vediamo la somiglianza nelle creature marine, nei fiori, nelle pietre e nella forma perfetta di un fiocco di neve.
Una montagna candida. Un biancore abbagliante. Aria limpida e pura. Ghiaccio a perdita d'occhio. Lassù contano solo le cose essenziali. Dalla cima, il cielo sembra quasi a portata di mano.
Mont Blanc, il Monte Bianco, la cima più alta d'Europa. Ispirazione per un nome noto in tutto il mondo. Imponente nella sua altezza, rappresenta gli standard elevati, come sono quelli di Montblanc.

Un mercatino di antiquariato in Germania. Un gran via vai fra le tante bancarelle dove proprietari orgogliosi mettono in vendita i loro tesori più preziosi.
Fra i visitatori, un giovane si dirige deciso, come mosso da una forza invisibile, verso una bancarella che espone alcune vecchie penne stilografiche. Fra le penne, su una punta nera, brilla una stella bianca, discreta eppure inconfondibile.

Entusiasta, il giovane la prende in mano e la esamina da ogni angolo. È una penna stilografica nera con un pennino lungo e sottile che si svita, per rivelare, all'interno della punta, un cilindretto che serve ad asciugare l'inchiostro.

Questo strumento di scrittura è una Meisterstück, un capolavoro degli anni Venti, e porta un nome che scrive la storia del mondo da quasi cent'anni: Montblanc.
II primo riferimento alla penna Montblanc (allora si doveva ancora decidere il nome) si trova nel diario della figlia di un banchiere di Amburgo che un bel giorno, tornando a casa, mostrò ai suoi familiari la prima penna stilografica che avessero mai visto. "Credo che questo prodotto abbia un grande futuro davanti a sé", disse con gli occhi che brillavano di entusiasmo.

Certamente non poteva prevedere che lui egli altri co-fondatori sarebbero entrati nel novero di quei personaggi verso i quali l'umanità ha un debito di gratitudine - il loro merito è aver difeso l'arte della calligrafia dall'offensiva della tecnologia moderna.

Ma una cosa è certa: i tre uomini che nel 1906 fondarono una società produttrice di penne stilografiche, che avrebbe presto preso il nome di Montblanc, erano eccezionali per lo spirito imprenditoriale, l'entusiasmo e la forza di resistenza che li animava. E grazie a queste preziose qualità quegli uomini e le loro famiglie sono stati in grado di dirigere per 75 anni una società ad Amburgo che realizzava "a mano" quei prodotti e li vendeva in tutto il mondo.

Il Monte Bianco - l'ispirazione per un marchio di fama mondiale

Al confine fra Francia e Italia si leva la mole imponente della vetta più alta d'Europa, il Monte Bianco. Con la sua massa nera e la candida cima innevata, dall'alto dei suoi 4810 metri domina sul panorama circostante. Fu questa l'ispirazione per un nome che riuniva in sé tutte le caratteristiche che distinguono la società e i suoi prodotti. Così dal 1910 tutti i prodotti Montblanc portano questo nome.

Le quattro cifre che indicano l'altezza della montagna da sempre stanno a significare una lavorazione artigianale europea di qualità superiore: il numero 4810 è impresso su ogni pennino d'oro manufatto della gamma di strumenti di scrittura Montblanc Meisterstück.

Per Custodire l'essenziale

La stella bianca è divenuta famosa in tutto il mondo, e la promettente "Fillerpen Company" è divenuta un'azienda di primaria importanza.
Stilografiche, portamine e accessori da scrittoio prodotti nei primi anni di attività sono oggi preziosi pezzi da museo, oggetto dei sogni di tanti collezionisti.

A partire dagli anni Venti l'azienda cominciò ad allargare la gamma dei prodotti con squisiti piccoli oggetti in pelle, proseguendo poi con articoli in pelle pregiata, preziosi gioielli, occhiali di grande qualità e orologi.

Il giorno 7 ottobre 1889 alle ore 11.00 il nome commerciale Montblanc venne depositato dalla Suter & Cie. di Buren an der Aare, Svizzera, per permettere la fabbricazione di meccanismi e casse di orologi sotto questo marchio. 108 anni più tardi, nel 1997, l'apertura della Montblanc Montre S.A. nella parte svizzera del Jura segna la rinascita di Montblanc come marca di orologi.

Il primo negozio specializzato Montblanc aprì ad Amburgo nel 1919 ed è ora chiamato Montblanc-Boutique. Ne sono seguiti molti altri, nelle principali città del mondo.
E la leggendaria stilografica Meisterstück ("capolavoro"), presentata nel 1924, oggi è usata per esprimere i pensieri di milioni di persone e veicola le parole di celebrità internazionali. Il nome Meisterstück, con tutto quel che rappresenta, ora sta a significare ben più che una collezione di strumenti di scrittura, e ha un'importanza internazionale: in tutto il mondo Meisterstück indica la tradizionale lavorazione artigianale europea, ed è sinonimo di qualità e perfezione ai massimi livelli.

Insomma, nel corso della lunga e ricca storia di questo marchio, non è cambiato quel che veramente conta: il desiderio di realizzare qualcosa da parte di alcune persone per altre persone, in un ambiente animato da amore e attenzione, nella lentezza e nella calma, e nella tradizione di un'arte che esiste da migliaia d'anni.

 

MONTBLANC Meisterstück

La Storia

Gli anni Venti furono un periodo estremamente propizio per l'azienda, che si lanciò in campagne pubblicitarie grandiose in diversi paesi europei. Nel 1924 decise di suddividere in categorie la produzione di stilografiche: la categoria più importante, capostipite della Montblanc fu chiamata Meisterstück, capolavoro. La traduzione di questo termine venne adoperata per le diverse nazioni di esportazione, un settore che la Casa espanse al punto di interessare il mercato di 60 paesi.
I primi modelli in cui si era specializzata erano del tipo safety in tre misure, con garanzia a vita. Sul cappuccio erano riportati il nome Montblanc Meisterstück e il numero 4180, l'altitudine del Monte Bianco, che più tardi comparirà anche sui pennini.
Alle stilografiche a levetta del '25 seguirono, dopo quattro anni, quelle con ricarica a pulsante e un nuovo meccanismo a cui era attaccata la calotta estraibile. Nei colori nero, rosso, blu lapislazzulo e verde giada, i cappucci dei modelli più cari erano ornati da due fasce placcate in oro.
Negli anni Trenta la suddivisione in categorie delle penne, nelle versioni a pulsante o safety, fu portata a tre fasce distinte per il prezzo.
Quella più cara era sempre la Meisterstück, con i due sistemi di ricaricamento, numerata 20, 25, 30 e 40. Tra i colori aggiunti c'era il modello perlato, più snello, dal cappuccio conico e in due versioni: corto (K) e lungo (L) con pennini differenziati.
Il fermaglio venne modificato terminando "a lacrima".
Anche la categoria di prezzo medio includeva stilografiche con ricarica a pulsante o di sicurezza, queste ultime di forma cilindrica o ottagonale; la stella bianca sul cappuccio era di dimensioni maggiori rispetto alla stella delle Meisterstück Nella fascia a basso costo la stella bianca era sostituita dal suo contorno e recava sul cappuccio l'incisione "III Montblanc III"; fondelli erano contraddistinti dalle lettere A, B e C. Tutte le penne erano abbinabili a matite disponibili in una grande varietà di colori. Nel frattempo, la Montblanc si espandeva e rafforzava notevolmente acquistando e formando nuove società che ne aumentarono il giro d'affari e il tipo di mercati.
Cambiato il nome nel definitivo Montblanc Simplo GmbH (1934), fu anche cambiato il codice dei modelli, contraddistinti da tre numeri, di cui il primo rappresentava la fascia di prezzo (1 per Meisterstück, 2 per la media categoria e 3 per i modelli economici), il secondo il sistema di ricarica (O per le safety, 1 per la ricarica a pulsante e 3 per quella a stantuffo) e il terzo la misura del pennino I (dai n°2 in poi); vennero (aggiunte anche delle lettere per indicare le finiture o colori particolari.
Così il numero 108P indicava una Meisterstück safety col pennino n°8 ef di colore perlato.
Le forme sono più cilindriche di quelle precedenti, ma le estremità sono appiattite.
Prima della Seconda Guerra Mondiale le penne a stantuffo presero gradualmente il posto delle safety e di quelle a pulsante e comparvero i nuovi modelli Meisterstück 132, 138 e 139; il meccanismo telescopico (D.R.P.) venne montato sulle penne della prima e della seconda fascia di prezzo ma non su quelle economiche. Durante la guerra il governo si autodestinò quasi tutta la produzione della Montblanc, a cui lasciò comunque la facoltà di continuare la produzione delle penne in alcune filiali estere, soprattutto in Spagna.
Scomparve naturalmente ogni traccia di oro sia dal corpo della penna, sia dalle vere del
cappuccio, sia dai pennini.

Gli strumenti per la scrittura della collezione Meisterstück sono il fiore all'occhiello del marchio. In essi infatti si ritrovano quelle caratteristiche che contraddistinguono l'intera produzione Montblanc: altissima qualità, prestigiosa lavorazione artigianale, classico design e materiali pregiati.
La Meisterstück 149 è molto più di una penna stilografica: è un oggetto di culto che sconfina nel mito. Cercare di spiegare i motivi che hanno reso questo strumento per la scrittura unico nel suo genere è praticamente impossibile. Se il successo della Meisterstück 149 sia dovuto alla seduzione dei materiali o piuttosto al rapporto speciale che, intercorre fra la stilografica e il suo possessore è dato scoprirlo solo a chi se ne serve per apporre una firma o mettere i propri pensieri sulla carta.

Meisterstück 149 Penna stilografica: nero brillante caricamento a stantuffo. Pennino in oro 18 carati lavorato a mano con intarsi in platino, disponibile nelle gradazioni: EF, F, M, OM, B, OB, BB, OBB. Su richiesta: il pennino speciale per la firma.

Meisterstück LeGrand

La Meisterstück LeGrand Collection. È ormai risaputo che a scrivere con una Meisterstück si prova sempre un'emozione speciale. Eppure, la Meisterstück LeGrand Collection costituisce un capitolo a parte. Sì, perché con questi strumenti per la scrittura nelle dimensioni della classica stilo Meisterstück 146 non ci si distingue soltanto sul piano della grandezza. Il maestoso portamine, per esempio, dispone di un tradizionale meccanismo a vite e garantisce un tratto particolarmente spesso grazie alla sua grossa mina. La penna a sfera dalle generose proporzioni è comodissima da tenere nella mano. E la penna roller seduce per la sua mina portentosa e per un tipo di scrittura perfettamente equilibrato.

Meisterstück Classic

Scrivere con una Meisterstück è espressione di stile — indipendentemente dalla grandezza.
Lo dimostra la collezione Classic dalle dimensioni più contenute, che vanta tutte quelle qualità tipiche di un classico strumento per la scrittura Meisterstück. Il numero di serie individuale, inciso sull’anello della clip fa di ogni singolo esemplare un oggetto unico e prezioso.

Meisterstück Solitaire

Per andare oltre la perfezione di una creazione Meisterstück, insuperabile nel design e nella lavorazione, non rimane che puntare su materiali pregiatissimi. Da questa sfida è nata la collezione Meisterstück Solitaire, dove la classicità della forma si fonde con il prestigio dell'arte orafa, dando vita a strumenti per la scrittura di irresistibile bellezza. Un estetico piacere, che gli accessori da scrivania Solitaire sapranno accrescere di intensità.
L’esclusività del platino, la sua purezza, rarità e bellezza rendono inconfondibili gli strumenti per la scrittura della linea Solitaire Platinum. I più pregiati esemplari della collezione Meisterstück Solitaire rappresentano in ogni loro dettaglio un ‘ esempio di alta oreficeria. Con un manto in platino 950 di straordinaria fattura e placcature in oro 18 carati, ciascuno strumento per la scrittura della collezione Meisterstück Solitaire Platinum è un pezzo unico e prezioso, contrassegnato da un numero di serie individuale sull'anello della clip.
Quando uno strumento per la scrittura si avvolge di un manto in oro massiccio 18 carati e presenta finiture altrettanto preziose, ecco che acquista subito un fascino particolare. La seduzione della linea Meisterstück Solitaire Solid Gold è però ancora maggiore e si esprime in un'avvincente unione di oro giallo e bianco che conferisce originalità a ogni sua creazione. La punzonatura «750» e la stampigliatura STOD Montblanc garantiscono per la qualità del materiale.
Qualità è quella che spesso si nasconde dietro la passione per i dettagli. E a testimoniarlo sono gli strumenti per la scrittura della linea Meisterstück Solitaire Vermeil, dove il
corpo massiccio in argento sterling 925 è preziosamente rivestito di oro pregiato. La punzonatura «925» garantisce per la purezza dell'argento e un disegno a righe o a grana di riso inciso con punta di diamante completa il capolavoro di arte orafa.
Non c'è forse nessun materiale che come l'argento sterling diventi con il passare degli anni sempre più sello e ricco di carattere. E proprio per questa sua peculiarità è stato impiegato nella collezione Meisterstück Solitaire. Trasformato in strumento per la scrittura di intramontabile charme, decorato con una cesellatura a righe o a grana di riso e punzonato con il marchio «925», l'argento sterling è per chi lo possiede motivo di piacere e di vanto destinati a durare nel tempo.
Con la collezione Meisterstück Solitaire Doué, i desiderio di unire il design di assoluta classicità a materiali di altissimo valore è diventato una realtà. La resina pregiata in nero brillante scopre nell'argento sterling 925 un compagno carico di emozioni. Splendidi incontri con un sorprendente finale: ogni pezzo della linea Meisterstück Solitaire Doué è decorato da una cesellatura a righe eseguita con punta di diamante.